giovedì 31 ottobre 2013

Il mio cous cous

Un pomeriggio speciale
Non come al solito chiuso nella mia cucina, da solo, concentrato su pentole e fornelli. Questa volta ho avuto un testimone Giovanni Buccirossi che ha immortalato i miei passi nella preparazione di alcune ricette.
Qui, dunque oltre la preparazione del mio cus cus anche le sue foto che mi ritraggono.




COUS COUS con verdure croccanti
500 gr di cous cous precotto
500 ml d'acqua naturale
1 peperone rosso
1 peperone verde
1 peperone rosso
3 zucchine
1 costa di sedano verde
due carote
1 melanzana
zenzero fresco
curry
garam masala
sale e peperoncino












Procedimento
Lavare e pulire le verdure e tagliarle a dadini,
In una padella con due cucchiai d'olio saltate le verdure separatamente.



Preparate il cous cous secondo le istruzioni che trovate sulla confezione. In genere dovete aggiungere del 500 gr di cuc cus precotto 500 ml d'acqua leggermente salata. Spegnete il fuoco versateci il cuos cous e dell'olio evo, sgranate bene  con una forchetta e coprite con il coperchio per circa 5/6  minuti.
Aggiungete le verdurine nel cous cous e le spezie  
A questo punto non fate altro che versare le verdurine nel cous cous aggiugere le spezie:curry garam masala e un pò di zenzero fresco grattugiatoa e la vostra ricetta è pronta. 




c

mercoledì 2 ottobre 2013

Gnocchetti alle erbe con le noci

Eccoci in autunno??? no è troppo presto ? ma io amo gli gnocchi beccatevi questa mia ricettina e provateli.




 Ingredienti 
500 gr di patate farinose
1 uovo
150 gr di farina
noce moscata q.b.
un mazzetto di tarassaco
mazzetto di rucola
ciuffo di prezzemolo 30 gr di gerigli di noci
uno scalogno
sale e pepe q.b.
burro per mantecare gli gnocchi
grana grattugiato q.b.




Procedimento

La prima cosa da fare è preparare le patate: lavatele e, senza sbucciarle, mettetele in una pentola con dell'acqua salata e lasciatele bollire (per la preparazione degli gnocchi di patate vi consiglio di utilizzare delle patate farinose ). Ancora calde, sbucciatele, schiacciatele e mettetele su un piano di lavoro ben infarinato.
Successivamente sciacquate le erbe sotto l'acqua corrente e scottatele per 2 minuti in acqua salata e tritatele molto finemente.
Aggiungete alle patate, un pizzico di sale, la farina e le erbe tritate e impastate il tutto fino ad ottenere un composto compatto ma allo stesso tempo soffice. A questo punto aggiungete un uovo e continuate ad impastare fino ad ottenere un impasto compatto. 
Quindi, dividete l'impasto in piccoli filoncini dello spessore di 2 cm e iniziate a tagliare i vostri gnocchi rigateli con l'apposito strumento o con i rebbi di una forchetta riponendoli su un vassoio infarinato.
Portate a ebollizione in una casseruola abbondante acqua salata, immergete gli gnocchetti e cuocete finchè saliranno in superficie. Scolateli con la schiumarola, metteteli in una terrina e conditeli con il burro fuso aromatizzato allo scalogno, unite le noci tritate ed ultimate con il grana grattugiato.










lunedì 30 settembre 2013

Finite le vacanze .....Pastéis de Belem

Belem, famoso quartiere di Lisbona, immancabile tappa di un viaggio nella capitale portoghese.
Le immagini della bianca torre di Belem che domina il blu dell’oceano sono  prese spesso ad emblema dell’intera città.
E a Belem è imperdibile anche un salto alla Antigua Confeitaria (Rua Belém 84-92, 1300-085 Lisboa) per gustare uno dei dolci tipici della cucina locale i pasteis de Belem, chiamati in Portogallo pasteis de nata.

Ricetta antichissima del monastero, risalente al XVI secolo, questi dolcetti vanno benissimo a colazione, dopo pranzo, a merenda e in ogni momento “dolce” della giornata. E una volta assaggiato, uno non vi basterà!!!

La ricetta è segreta (si dice), ma ho provato ugualmente a svelarla…






Ingredienti  250 ml di latte intero 
60 ml di panna fresca
4 tuorli d'uovo
1 albume
2 cucchiai di farina 
alcune striscioline della scorza di un limone non trattato
1/2 bacca di vaniglia bourbon privata dei semi
1 stecca di cannella
cannella in polvere
150 gr di zucchero semolato
50 ml d'acqua naturale
250 gr di pasta sfoglia
zucchero a velo e cannella in polvere q.b. 


 Procedimento

Prendete una ciotola di vetro e con una frusta da pasticcere sbattete il latte, la panna,i tuorli e l'albume in precedenza sbattuti, aggiungete le striscioline del limone, la bacca di vaniglia e la stecca di cannella.

Fate scaldare in un pentolino i 50 ml di acqua con 150 gr di zucchero semolato basteranno 5/6 minuti a fuoco moderato.
A questo diluite lo zucchero liquido nel composto in precedenza preparato e ponete il tutto in una bastardella e cuocete a bagnomaria e mescolate di continuo fino a far addensare la crema.
Fate raffreddare la crema in un bagnomaria ghiacciato (una ciotola con acqua e ghiaccio).
Prendete un multi stampo da muffin e foderate gli stampini di pasta sfoglia, mettete per 4- 5 minuti in freezer per far rassodare le formine di sfoglia.
Successivamete riempiteli con la crema così ottenuta e cuoceteli nel forno preriscaldato a 200° per 15 minuti.
Sformate spolverizzate con zucchero a velo e cannella......e mangiateli tutti!!!!! non sarà difficile ve lo assicuro.

martedì 16 luglio 2013

Cucina francese a Vicenza

Vittoria Folco è capace di grandi passioni, ma quella per la cucina la si può assaggiare direttamente.
Basta andare al Piccolo Bistrot, a Vicenza, un angolo di alta cucina francese coi migliori ingredienti, i più freschi e saporiti che si possano immaginare.
La scuola da Roger Vergé, uno dei grandi chef di Francia, perfettamente digerita e interpretata coi sapori di casa nostra.
Venerdì scorso ho gustato uno splendido “gran bollito misto” eccolo qui

 Gran bollito di pesce
 

 Gran Fritto estivo di pesce e verdure

 Semifreddo al mango

mercoledì 3 luglio 2013

Piccolo semifreddo al limone in salsa di fragole

Sono appassionato dei frutti rossi e dei dolci al cucchiaio e questa volta propongo un remake di una ricetta già realizzata.






Ingredienti: 2 limoni non trattati 5 uova 280 gr di zucchero semolato 500 gr di panna fresca ½ bicchierino di limoncello 4 gr di gelatina in fogli 350 gr di fragole Per decorare 350 gr di fragole 2 cucchiaini di zucchero semolato
Preparazione
  Mettete i tuorli con 150 gr di zucchero semolato in una ciotola, grattugiate la  scorza dei due limoni, montate fino ad ottenere una crema . Diluite il composto con il succo filtrato dei limoni. Prendete una piccola casseruola e mettete a riscaldare per qualche secondo il limoncello e scioglieteci la gelatina in fogli in precedenza idratata, amalgamatela alla crema di tuorli. Montate 4 albumi con i rimanenti 130 gr di zucchero semolato. Quindi incorporateli alla crema preparata insieme alla panna montata, trasferite il composto in degli stampini in silicone (almeno io ho fatto così) metteteli in freezer per almeno 7 ore. Per la decorazione sciacquate le fragole velocemente e asciugatele con della carta da cucina privatele della parte verde mettete in una ciotola con due cucchiaini di zucchero e mettete in frigo, poi frullatele con un minipimer. Sformate il semifreddo e decorate con la salsa di fragole.

venerdì 7 giugno 2013

La mia prima volta......i cannoli siciliani

In tutto c'è una prima volta oggi ho realizzato i cannoli siciliani un classico della pasticceria italiana. Questa è la mia ricetta 




Ingredienti 

Cannoli (o meglio chiamate scorze)
250 gr di farina
30 gr di strutto
30 gr di zucchero
un pizzico di sale
1 albume
50 gr di Marsala Florio
20 gr di vino bianco secco
un cucchiaino di cacao amaro
Olio arachide

Per il ripieno
400 gr di ricotta di pecora 
150 gr di zucchero a velo
gocce di cioccolato q.b.
canditi d'arancia a dadini






 Procedimento

Versate la farina a fontana, mettete al centro lo strutto e impastate. Poi aggiungete gli altri ingredienti fino ad ottenere un composto liscio. Avvolgete l'impasto nella pellicola per alimenti e lasciatelo riposare almeno un giorno in frigo.
Ripieno: setacciate la ricotta di pecora in una terrina aggiungete lo zucchero a velo e mettete in frigo per almeno un giorno.
il giorno dopo stendete l'impasto molto sottile e con un coppasta del diametro di 8 cm tagliate dei cerchi e con il mattarello stendete la pasta lungo il diametro per dargli una forma ovale. Quindi avvolgeteli intorno ai cannelli e friggeteli in olio di arachide ad una temperatura non superioreai 175 ° altrimenti si bruceranno. Dopo averli fritti e quando saranno tiepidi (attenti a non ustionarvi) per togliere il cannello sarà sufficiente fare una piccola pressione sui bordi dello stesso cannello.
Prima di riempire i cannoli aggiugente alla ricotta i canditi e le gocce di cioccolato, un altra accortezza riempite i cannoli con il sac a poche sempre all'ultimo minuto così saranno croccanti. Che aspettate impastate!!!!!!


mercoledì 5 giugno 2013

Il Libro fotografico del mio amico Giovanni

Cari amici, vi segnalo il libro fotografico del mio amico Giovanni Buccirossi, Giovanni è un avvocato che, come me, coltiva una passione parallela. Nel suo caso la fotografia. In un suo recente viaggio in India per l'evento del Kumbh Mela di Allahabad ha scattato una serie di foto che ha raccolto in questo libro disponibile su Blurb al seguente indirizzo http://it.blurb.com/search/site_search?search=buccirossi.
Il libro è disponibile in formato ebook, orizzontale piccolo(25x20) e orizzontale grande(33x28). Le foto sono state scattate a Nuova Delhi, Varanasi e al Kumbh Mela Allahabad. Le foto sono molto belle e hanno ottenuto l'apprezzamento di alcuni fotografi professionisti. Suggerisco il libro di Giovanni non solo a coloro che amano la fotografia e l'India, ma anche come originale idea di regalo.
E, ispirato dalle visioni dell’amico Giovanni, vi proporrò presto una ricetta indiana
 












lunedì 3 giugno 2013

Paccheri agli asparagi e ricotta

Oggi vi propongo i paccheri agli asparagi con ricotta in un posizione insolita.....in piedi. Aspetto i vostri commenti.




Ingredienti:
10 paccheri 
250 gr di ricotta di pecora
30 gr di burro
80 gr di pancetta dolce
100 gr di asparagi verdi
1 cipollotto
80 gruyere grattugiato
50 gr di formaggio grana grattugiato
erba cipollina per decorazione
sale e pepe q.b.

Bechamelle
50 gr di burro
50 gr di farina
500 ml di latter intero



Procedimento
Tritate il cipollotto sottilmente e mettetelo a rosolare in un filo d'olio evo ed una noce di burro. Aggiungete la pancella dolce e gli asparagi tagliati a tocchetti e fateli rosolare per almeno 5 minuti a fuoco vivo. Salate e pepate a piacimento.
Cuocete i paccheri in abbondante acqua salata e scolateli a metà cottura. Preparate la bechamelle e quando è intiepidita aggiungentene 3 cucchiai nella ricotta che avrete messo in una terrina. Unite gli asparagi e la pancetta dolce. Riempite con una sache a poche i paccheri con il composto di ricotta e metteteli impiedi in una piccola pirofila da forno in precedenza imburrata, legate con un filo di erba cipollina e velate con la bechamelle rimasta e grattugiate un pò di gruyere rimasto. Mettete in forno preriscaldato al 180° per 30 minuti. Decorate con altri asparagi saltati e serviteli caldi.

venerdì 24 maggio 2013

Un Mille foglie insolito: pasta fillo e fragole alla crema pasticcera con limoncello

Da un pò di tempo ho una grande passione ......la pasta fillo. La utilizzo sia nelle ricette salate che in quelle dolci, ho voluto provare a realizzare questa volta un mille foglie alle fragole che ne dite di questo esperimento??? Una ricetta di una semplicità imbarazzante!!!!!!




ingredienti
2-3 fogli di pasta fillo congelata

burro quanto basta per spennellere 250 ml latte intero zucchero a velo
cannella in polvere q.b.
200 gr di fragole fresche 
qualche fogliolina di menta

Crema pasticcera al limoncello
Ingr:
un litro di latte intero
8 tuorli
300 gr di zucchero semolato
100 gr di maizena

tre limoni non trattati
un bicchierino di limoncello homemade Civino 


Prima di tutto preparate la crema pasticcera al limoncello: fate bollire il latte con la scorza grattugiata della scorza di due limoni. Intanto montate i tuorli con lo zucchero e aggiungete la maizena. Versate a filo il latte bollente, mescolate e rimettete la crema sul fuoco e fatela addensare sul fuoco basso. Quando la crema è caldissima grattugiate la scorza del terzo limone. Fate raffreddare ed unite il liquore al limoncello.
Ricavate dei piccoli rettangoli dalla pasta fillo spennellalteli con il burro fuso e con una abbondante spolverata di zucchero a velo e cannella. Cuoceteli nel forno a 180° per 3-4 minuti, fate molta attenzione alla cottura!!!!!Infine montate il vostro dolce alternando due rettangoli di pasta fillo, crema e fragole, poi in ultimo una bella spolverata di zucchero a velo e cannella e decorate con qualche fogliolina di menta.

lunedì 20 maggio 2013

Ecco il Bonèt

 Il Bonèt è un budino piemontese molto antico, ecco la mia versione.




Ingredienti
250 ml latte intero

3 uova 
35 gr di zucchero semolato
un baccello di vaniglia
tazzina di caffè ristretto
25 gr di cacao amaro
100 gr di amaretti
1/2 bicchierino di rhum
 

Caramello
200 gr di zucchero semolato
50 gr d'acqua
1 cucchiaio di glucosio



Portate ad ebolizzione il latte con il baccello di vaniglia, spegnete e lasciate in infusione per alcuni minuti. Sbattete le uova con lo zucchero e aggiungete il cacao e gli amaretti in polvere. Unite il latte filtrato la tazzina di caffè ristretto e il 1/2 bicchierino di rhum.
Fate un caramello dorato e suddividetelo negli stampini da budino lisci oppure come i mie delle foto. Poi distribuite negli stampini il composto e trasferiteli in una teglia d'acqua bollente e cuocete a bagnomaria in forno preriscaldato ad una temperatura di 180° per circa 50 minuti.
Fate raffreddare e metteteli in frigo per almeno 5 ore prima di servire

martedì 2 aprile 2013

Pastiera napoletana my way

La Pastiera napoletana è uno tra i dolci miei preferiti e qui ne propongo la mia versione preparata per il giorno di Pasqua.



Ingredienti per la Pasta frolla
400 gr di farina 00
150 gr di strutto

40 gr di burro
190 gr di zucchero semolato
3 tuorli ed un uovo intero
1 buccia grattugiata di un limone non trattato









Preparazione pasta frolla:

Preparate la pasta frolla sabbiando la farina con lo strutto , il burro e la scorza di limone  e il sale. A sabbiatura effettuata aggiungere lo zucchero e i tuorli e l'uovo.  Avvolgete l’impasto in pellicola trasparente fate riposate in frigo per almeno 5- 6 ore.

Ingredienti per la Crema di grano
420 gr di grano cotto
2 cucchiai di zucchero semolato
250 ml di latte intero
 
2 cucchiai di burro
1 buccia grattugiata di un limone non trattato


Preparazione crema di grano:

Mettere a cuocere, a fuoco lento, il grano con il latte, il burro, lo zucchero e la scorza grattugiata di un limone. Fare cuocere fino a che il composto non avrà assunto un aspetto cremoso. Lasciare raffreddare completamente.

Ingredienti per la crema di ricotta
700 gr di ricotta
6 cucchiai di zucchero a velo

30 gr di cedro candito
zucca e altri canditi misti (tagliati a tocchetti piccoli)
4 uova grandi
buccia di un limone non trattato
due cucchiaini d'acqua di fiori d'arancio
pizzico di sale     




Preparazione crema di ricotta:
 
Mettere quindi la ricotta in una ciotola abbastanza capiente e lavorarla con un cucchiaio di legno in modo da renderla ben cremosa. Aggiungere lo zucchero e lavorare ancora. Aggiungere quindi i quattro tuorli  e i quattro albumi montati a neve ben ferma, la scorza grattugiata dei limoni, l'acqua di millefiori e i canditi tagliuzzati brevemente. Unire quindi la crema di grano e mescolare ulteriormente.

Preparazione pastiera:

Stendete la pasta frolla e foderate una teglia di 28/30 cm in alluminio alta 4/5 cm ben imburrata. Versate il ripieno di creme all'interno e decorate con strisce di pasta frolla incrociate. Cuocete nel forno preriscaldato ad una temepratura di 160° per 1 ora e 30 circa. Una volta tolta dal forno, non sformare assolutamente.
Aspettate almeno 3 giorni prima di iniziare ad offrirla.





mercoledì 27 marzo 2013

piccolo trancio di pasta sfoglia alla crema chantilly

Ma chi l’ha detto che la creatività abbia bisogno di ingredienti speciali o sofisticati?
A volte basta qualche ingrediente avanzato per stimolare l’immaginazione, come nel caso di questo trancio di pasta sfoglia, rimasto in eccedenza da una produzione di cannoncini, con la chantilly rimasta dalla farcitura di una torta di compleanno.
E con qualche frutto di bosco in più, ecco un dessert squisito e originale. Va bene anche col tè delle 5.
 





Per la pasta sfoglia (ricetta di Luca Montersino)
Per il panetto:
440 g di farina 00
1.500 g di burro

Per il pastello:
1.060 g di farina 00
30 g di sale
660 g di acqua


 

Per il panetto: impastate i 220 grammi di farina con il burro, senza lavorarli troppo insieme, formate un panetto quadrato, appiattitelo e ponetelo in frigo per un'ora. Per il pastello: impastate tutti gli ingredienti previsti per qualche minuto, fino ad ottenere un impasto liscio ed omogeneo, riponete in frigorifero per almeno 30 minuti coperto con della pellicola per alimenti. Finitura: allargate il pastello con il mattarello dandogli la forma quadrata, mettete al suo centro il panetto di burro e farina (realizzato sempre di forma quadrata), e posizionandolo diagonalmente, in modo che si formino quattro punte; chiudete le punte al centro, coprendo completamente il panetto, appiattite con il mattarello e una volta raggiunto lo spessore di 1,5 cm, piegate la sfoglia in 3, stendete poi di nuovo la sfoglia allo stesso spessore di prima, ma questa volta effettuate 4 pieghe. Riponete la sfoglia, coperta da pellicola, in frigorifero e lasciate riposare per altri 60 minuti circa, quindi tirate fuori dal frigorifero la sfoglia e ripetete nuovamente le pieghe a 3 e poi ancora le pieghe a 4. Una volta ottenuta la sfoglia, prima di utilizzarla è necessario lasciarla riposare in frigorifero per almeno 1 ora.


Crema chantilly all'arancia
Ingr:
un litro di latte intero
8 tuorli
300 gr di zucchero semolato
100 gr di maizena
una tazza di succo d’arance filtrato
la scorza di due arance non trattate
400 ml di panna fresca
un bicchierino di liquore d’arancia

Preparate la crema all’arancia: fate bollire il latte con la scorza grattugiata delle arance. Intanto montate i tuorli con lo zucchero e aggiungete la maizena alternandola con il succo d’arancia filtrata. Versate a filo il latte bollente, mescolate e rimettete la crema sul fuoco e fatela addensare sul fuoco basso, fate raffreddare ed unite il liquore all’arancia e poi aggiungete la panna montata una volta che la crema si è completamente raffreddata.


Composizione
 
Ho steso la pasta sfoglia rimasta ricavandone dei rettangoli, l'ho bucherellati in maniera che non gonfiassero eccessivamente in cottura. Ho acceso il forno ad una temperatura di 170° e ho cotto di rettangoli di pasta sfoglia per 15 minuti, poi l'ho spolverati di cannella e zucchero a velo ed ho continuato a cuocere per altri 7/8 minuti. Infine ho predisposto sul piatto da portata un rettangolo uno strato di crema chantilly, poi un altro rettangolo altra crema e poi il terzo rettangolo di pasta sfoglia. Ho spolverato di zucchero a velo e cannella ed ho decorato con i frutti di bosco ed il gioco è fatto.

martedì 5 febbraio 2013

Tortino di cioccolato alle noci

Una ricetta di una semplicità imbarazzante ......senza glutine. Molto buona e vi invito a provare a replicare....aspetto i vostri commenti.



ingredienti:

150 gr di cioccolato fondente
4 uova
150 gr di noci sgusciate
100 gr di zucchero semolato
50 gr di zucchero di canna altromercato
un bicchierino di amaro San Marzano
la scorza grattugiata di un arancia non trattata

Decorazione
100 gr di lamponi freschi
qualche fogliolina di menta fresca
50 gr di granella di noci 




Preparazione

Frullate le noci sgusciate con 50 gr di zucchero di canna e montate i tuorli con lo zucchero semolato (100gr), successivamente aggiungete le noci e il bicchierino di San Marzano, la scorza grattugiata dell'arancia ed infine il cioccolato fondente grattugiato. Aggiungete gli albumi montati solo alla fine dopo aver aggiunto gli altri ingredienti.
Mette il composto in uno stampo di 24 cm infornate ad una temperatura di 180° per circa 30 minuti
Per la decorazione ho coppato una parte della torta ricavando un tortino e l'ho decorata con la granella di noci, i lamponi e la mente fresca.

giovedì 10 gennaio 2013

La mia crostata di mele

Ecco la mia crostata di mele spero che vi piaccia.



 
ingredienti:

Per la pasta frolla:
400 gr di farina debole
200 gr di burro
180 gr di zucchero a velo
4 tuorli
un cucchiaino di lievito0 per dolci
la scorza di un limone non trattato
pizzico di sale 
per decorare
zucchero a velo e cannella per decorare
 
ripieno
4 mele golden
la scorza di una arancia non trattata

80 gr di zucchero di canna
il succo di un limone 
cannella q.b.


Preparazione
Preparate la pasta frolla sabbiando la farina (a cui avrete miscelato il lievito per dolci) con il burro e la scorza di limone  e il sale. A sabbiatura effettuata aggiungere lo zucchero e i tuorli.  Avvolgete l’impasto in pellicola trasparente fate riposate in frigo per almeno 2 ore. 
Prendete uno stampo di 28 cm di diametro (meglio con fondo amovibile) e rivestite con la pasta frolla, bucherellatelo con i rebbi di una forchetta.
Sbucciate le mele e tagliatele a fettine sottili e bagnatele con il succo di limone, sistematele a raggiera (fatene solo due strati sono sufficienti) sul fondo della crostata, spolverando con lo  zucchero di canna, la cannella e con la scorza d'arancia grattugiata. Completate con le striscie della rimanente pasta frolla.
Infornate ad una temperatura di 180° e fate cuocere per 30 minuti ca, spolverate con zucchero a velo e cannella

martedì 8 gennaio 2013

Ancora purciddhuzzi leccesi

 Prima ricetta dell'anno per una ricetta realizzata nelle feste natalizie a Lecce, effettuata questa volta diminuendo la dose di lievito, con tempi di lievitazione più lunghi.
 


Ingredienti: 500 gr di farina 00 50 gr di semola rimacinata una tazzina da caffè d’olio evo una tazzina d’anice 10 gr25 gr un bicchiere di succo di mandarino (oppure quanto ne richiede l’impasto) pizzico di sale pizzico di cannella Olio di arachidi per friggere
Per condire e decorare Miele millefiori Zucchero Mandorle pelate tostate (tagliate a filetti prima di tostarle) Cannella a piacimento
Preparazione

Fate una fontana con le due farine incorporate l’olio evo e l’anice, aggiungete il lievito di birra sciolto in poca acqua tiepida ed amalgamatelo bene. Aggiungente il pizzico di sale ed aggiungete il succo di mandarino quanto ne richiede l’impasto. Impastate per una decina di minuti e solo alla fine aggiungete il pizzico di cannella, poi coprite e lasciate lievitare il tempo necessario. Successivamente formate dei maccheroncini del diametro di un centimetro da cui si ritagliate dei pezzi lunghi non piu' di un paio di centimetri o meno . Appoggiate ogni pezzo di pasta sul retro di una grattugia o, come si faceva anticamente, su un pettine da telaio e si esercita una leggera pressione con il dito per incavarlo e nello stesso tempo decorarlo. I purciddhuzzi si friggono in abbondante olio di arachide bollente finche' sono cotti e dorati. Passateli poi in una casseruola dove si e' riscaldato il miele ed un po’ di zucchero e le mandorle a filetti tostate, dopo averli girati e rigirati per qualche minuto perche' si imbevano bene, adagiateli su un piatto da portata e spolverateli di cannella.