venerdì 20 ottobre 2017

Spugnosa alle mele

Ispirazione bretone con aggiunte
La mia torta  Spugnosa alle Mele
E ancora mele!!!
Questa è una mia rielaborazione.
La ricetta prevede per la base gli stessi ingredienti e dosi del tipico gateau bretone “quatre quarts”, ma la forma è completamente diversa e inoltre ho aggiunto uno strato di mele e sopra tutto uno di caramello.












Ingredienti stampo da 22 cm
tempo di realizzazione un ora
3 mele renette non troppo grandi
100 g di burro ocelli
½ cucchiaino di lievito per dolci
80 g di uova
100 g di zucchero di canna
110 g di farina 00

Caramello
200 g di zucchero semolato
50 g di acqua
1 cucchiaio di glucosio


Preparazione
Sbucciate le mele e tagliatele a dadini, prendete uno stampo del diametro di 22 cm e foderatelo con della carta forno imburrando leggermente il fondo. 

Sciogliete il burro in un bagnomaria e aggiungetelo allo zucchero di canna unite le uova e in ultimo aggiungete la farina setacciata con il lievito, mescolando bene con una spatola. Preparate quindi il caramello, mettendo in un pentolino gli ingredienti indicati. Lasciate cuocere a fuoco medio finchè il composto non assume un colore biondo scuro, quindi togliete dal fuoco. Versate il caramello sulle mele nello stampo, quindi il composto uova,farina, zucchero e burro. Cuocete ad una temperatura di 190° in forno statico per 35 minuti. Appena cotto togliete dal forno e fate riposare per 5 minuti e poi togliete dallo stampo come fate per una tarte tatin rovesciandolo sul piatto da portata.



lunedì 16 ottobre 2017

Cookies con mandorle, nocciole e gocce di cioccolato

Ecco la mia versione di cookies con le mandorle, nocciole e gocce di cioccolato fondente.





Ingredienti per una ventina di biscotti:
Preparazione 15 minuti - Cottura 35 minuti
200 g di farina 00
50 g di mandorle con la pelle
50 g di nocciole tostate
1/2 cucchiaino di lievito per dolci
120 g di zucchero di canna
60 g di zucchero muscovado
1 uovo
cannella
100 g di burro Ocelli
sale





Procedimento
Setacciate la farina e il lievito in una boule di vetro. In un altra  boule Mettete i due zuccheri con il burro morbido, aggiungete la cannella ( a vostro piacimento ), mescolate con una spatola fino a ottenere un composto liscio, poi aggiungete l'uovo sbattuto. Sempre mescolando aggiungete la farina con il lievito e il sale  ed infine incorporate le nocciole, mandorle e gocce di cioccolato. Prendete una teglia e rivestitela di carta forno e con un cucchiaio formate delle palline. Cuocete a forno ventilato ad una temperatura di 150° per 35 minuti. Appena raffreddati mangiateliiiiiiiiii.

sabato 14 ottobre 2017

Tortini di patate ai porri con fonduta di fontina e guanciale croccante

Continuiamo con le ricette autunnali. Quest'oggi un antipasto caldo con una goduriosa fonduta di fontina valdostana e guanciale croccante.



Ingredienti per 5 tortini
tempo di realizzazione un ora

4 patate medie
1 porro piccolo
1 uovo
80 g di Rodez (oppure un mix di pecorino e grana)
due fette di guanciale
60 g di fontina 
100 g di panna fresca
pan grattato q.b.
olio evo q.b.
burro q.b.

Procedimento
Pulite il porro eliminate la parte verde, tagliatelo a rondelle e soffrigetelo con qualche cucchiaio di olio evo per una decina fino a farlo stufare. Lessate le patate e passatele e conditele con l'uovo, il formaggio, il porro stufato e sistemate con il sale e pepe. Prendete dei piccoli ramequin tondi (sono dei contenitori di ceramica che vanno in forno) imburrateli e rivestiteli di pan grattato ed eliminate quello in eccesso, versate il composto di patate e aggiungete altro pan grattato in superfiche e infornate a 180° per almeno 30 minuti. Prendete un pentolino antiaderente riscaldatelo per almeno tre minuti e rendete croccante il guanciale. Preparate la fonduta in una piccola casseruola versando la panna e la fontina, facendo sciogliere quest'ultima a fuoco dolcissimo. Togliete i tortini dai ramequin e servite con la fonduta e il guanciale croccante.

lunedì 9 ottobre 2017

Autunno tempo di ....Crostata di mele

Autunno, tempo di mele! Iniziano a maturare in questo mese le mele, uno dei frutti più semplici e buoni della natura, base di mille ottime ricette. Legati alle più antiche tradizioni, dal pomo di Eva a quello d'oro con cui Paride elesse Afrodite come più bella nell'agone con Era e Atena. Golden anche le mele che ho utilizzato per questa ricetta, perfetta per un tè o un fine pranzo.





Ingredienti per 8 persone
tempo di realizzazione un ora e 20 minuti oltre un ora per il raffreddamento della frolla

300 g di farina 00
110 g di burro
120 g di zucchero semolato
1 uovo intero e 3 tuorli
pizzico di sale
scorza di un limone non trattato

per il ripieno
4 mele golden
5-6 cucchiai di zucchero semolato
succo di un limone
qualche fiocco di burro
cannella a piacere
 
 
 
 
Procedimento
Preparare la pasta frolla sabbiando la farina con il burro, la scorza di limone  e il sale. A sabbiatura effettuata, aggiungete lo zucchero l'uovo intero e  i tuorli e impastate velocemente. Avvolgete in pellicola e fate riposate in frigo per almeno 1 ora. Sbucciate le mele e affettatele sottilmente e mettetele in una boule di vetro e bagnatele con il succo di limone e spolverizzate con lo zucchero semolato. Prendete la frolla dal frigo stendetela con il mattarello e disponetela in uno stampo di 28 cm, eliminate la pasta eccedente, bucate il guscio con i rebbi di una forchetta, rimettela in frigo per una decina di minuti. Togliete dal frigo e disponete le fettine di mela a raggiera spolverizzate con la cannella ( se vi piace). Terminate l'ultimo strato con qualche fiocco di burro e altro zucchero semolato. Informate a 180° per almeno 50 minuti.

giovedì 5 ottobre 2017

Tartellette con lemon curd e meringa italiana



Ecco un dolcino che ha come base il lemon curd, una crema di origine anglosassone che viene servito con il pane o gli scones per accompagnare il tè. Ho associato al lemon curd la meringa italiana .....provate.




Per la pasta frolla:
Ingredienti
tempo di realizzazione 25 minuti oltre un ora per il raffreddamento
250 g di farina 00
110 g di burro
110 g di zucchero semolato
2 tuori ed  un uovo intero
la scorza di un limone non trattato
pizzico di sale 


Procedimento
Preparare la pasta frolla sabbiando la farina con il burro, la scorza di limone  e il sale. A sabbiatura effettuata, aggiungete lo zucchero l'uovo intero e  i tuorli e impastate velocemente. Avvolgete in pellicola e fate riposate in frigo per almeno 1 ora. Iniziate a preparare le frolline stendendo la pasta frolla e ricavando dei dischetti tagliandoli con un coppapasta della dimensione di 6 cm e metteteli negli stampini antiaderenti per tartellette. Fate riposare in frigo per farli rassodare nuovamente, bucherellate la base e mettete dei legumi e cuocete in forno ad una temperatura di 180 gradi per 15 minuti.

Lemon curd di Luca Montersino
Tempo di realizzazione 15 minuti oltre 30 minuti per il raffreddamento

120  g di burro
150 g di zucchero a velo
36 g di uova intere

36 g di succo di limone

12 g di tuorli

6 di scorza di limone non trattato



Procedimento

In un pentolino fondete il burro a pezzetti aggiungete lo zucchero a velo e il succo di limone, mescolate bene con una frusta da pasticcere e portate a bollore. In una ciotola mescolate le uova intere con i tuorli e aggiungete al composto di burro. Cuocete ancora per altri due minuti, poi versate la crema in una boule di vetro, fate raffreddare, coprite con la pellicola e riporre in frigo per almeno 30 minuti.

Meringa italiana ricetta Luca Montersino
Ingredienti

tempo di realizzazione 15 minuti

110 g di albumi

35 g di zucchero semolato

185 g di zucchero semolato

50 g di acqua


 Procedimento

In un pentolino versate l’acqua e poi aggiungete 185 g di zucchero a fuoco medio alto. Nel frattempo montate gli albumi a velocità minima con i 35 g di zucchero semolato. Quando lo sciroppo di zucchero raggiunge la temperatura di 185°, alzate al massimo la velocità delle fruste dove state montando gli albumi. Quando lo sciroppo avrà raggiunto al temperatura desiderata di 121° versatene la metà negli albumi, sempre continuando a sbattere. Aggiungete a filo anche il resto dello sciroppo. In questo modo l’albume viene cotto, appena entra in contatto con lo sciroppo bollente. Continuate a montare la crema finchè non sarà completamente raffreddata. Il risultato finale della meringa italiana deve essere una crema molto soda.



Composizione dolce
Prendete le tartellette cotte in bianco in precedenza e riempitele con il lemon curd fino all’orlo della tartelletta, poi prendete la meringa italiana con un cucchiaio e versatene un po’ in modo da coprire il lemon curd, poi prendete un cannello per dolci per caramellare e brunite le vostre tartellette.

venerdì 29 settembre 2017

Bicchierini alla crema tiramisù con lamponi

Oggi è venerdi .....quindi un dolce per il week end, lo so ancora lamponi ma adoro i frutti rossi ... si vede  :)



Ingredienti
 

70 g di tuorli
120 g di zucchero semolato
35 g di acqua
150 g di mascarpone
4 g di gelatina in fogli
200 g di pan spagna
150 g di lamponi freschi
granella di pistacchi 
2 cucchiai di zucchero per il lamponi
150 g di bagna al limone




Procedimento

Mettete l’acqua e lo zucchero in un pentolino sul fuoco, portare la temperatura a 121°C e versare il composto a filo sui tuorli e montate nella vostra planetaria o con il vostro frullino sino al raffreddamento. Incorporate il mascarpone al composto, successivamente prendete una parte del composto riscaldatelo al microonde e incorporate la gelatina in precedenza ammollata e strizzata. Formate dei piccoli dischi di pan di spagna con un coppapasta, poi prendete un piccolo pentolino mettete i lamponi e due cucchiai di zucchero e cuocete a fuoco moderato per un paio di minuti. Componete i vostri bicchierini un primo strato di pan di spagna (in dischetti) in precedenza bagnato poi il composto di lamponi e in ultimo la crema tiramisù. Ripetete ancora una volta il procedimento e poi decorate con i lamponi rimasti e la granella di pistacchi.

domenica 24 settembre 2017

Risotto al fumetto di gamberi aromatizzato al Traminer Venica

una visita alla cantina "Venica" nel Collio friulano  mi ha fatto innamorare del Traminer, dei suoi aromi fruttati e del suo sapore così gradevole. Ben si accompagna  a pietanze di mare, così ho preparato questo risotto ai gamberi insaporito al Traminer.




Ingredienti per 3 persone
tempo di realizzazione 1 ora
200 g di riso carnaroli
500 g di Gamberi (belli grossi)
1 cipollotto
1 piccola cipolla
½ lt di fumetto di gamberi
Vino bianco aromatico Venica del Collio
Sale e pepe q.b.
acqua calda q.b.
gambi di prezzemolo per il fumetto
prezzemolo
Brandy
burro
Parmigiano grattugiato

 
Procedimento

Pulite i gamberi con accortezza in modo di eliminare gli intestini. Dopo aver separato la polpa dei gamberi dal carapace. Prendete una pentola e soffriggete una cipolla con un d’olio, unite i gambi del prezzemolo, i carapaci e le teste dei gamberi, sfumando con un bicchiere di Traminer di Venica. Aggiungete l’acqua calda e coprite, mettete del sale se occorre. Fate ridurre e filtrate.
Tritate le code dei gamberi con un cipollotto tritato con un filo d’olio cuocete per 1 minuto poi sfumate con del brandy e spegnete il fornello. Fate il risotto tostando il riso con pochissimo burro bagnate con un bicchiere di Traminer Venica, appena di sarà ridotto cuocete con il fumetto di gamberi, due minuti prima di mantecare versate le code di gamberi già cotti. Quindi mantecate con parmigiano e burro e poi decorate con dei gamberi con la frangia e del prezzemolo tritato.