martedì 14 aprile 2015

Mini arancine di riso con provolone piccante....a modo mio

Gli arancini di riso o arancine sono un classico della cucina siciliana, sono dei mini timballi di riso fritti farciti con ragù, formaggio e piselli. Il loro nome deriva dalla forma e dal colore dorato che ricorda quella di un’arancia, nonostante la ricetta di base sia più o meno simile in tutta la Sicilia. Ho provato a farne una mia versione, che non si offendano i puristi!!!!.



Ingredienti
1 bustina di zafferano
40 gr di burro
1 pizzicone di sale fino
6 dl di acqua 
250 gr di riso carnaroli
60 gr di caciocavallo
20 gr di formaggio rodex

Ripieno
 200 gr di provolone piccante

Pastella
100 gr di farina 00
1 pizzicone di sale
1,5 dl di acqua 

Per friggere
Olio di arachide
Pan grattato




Procedimento
Iniziate lessando il riso in 6 dl di  acqua bollente e salata, in modo da far assorbire completamente l'acqua . Poi sciogliete lo zafferano in pochissima acqua e unitelo al riso cotto. Unite il burro e successivamte il formaggio grattugiato e mescolate bene per amalgamare il composto, dopo versate il riso in una pirofila e copritelo con pellicola a contatto. Una volta che il riso si sarà raffreddato completamente, prendete un mucchietto di riso sufficiente per formare una piccola pallina,  schiacciate il mucchietto al centro del mano formando una conca e versateci all'interno dei dadini di provolone piccante. Dopo preparate la pastella versando in una boule di vetro la farina setacciata, un pizzicone di sale e gradualmente l' acqua sino ad ottenere la consistenza desiderata. Quindi tuffate gli arancini nella pastella e rotolateli nel pangrattato. In una pentola  scaldate l'olio e portatelo alla temperatura di max 170° e friggete le piccole arancine e servite ben calde.









 
 

domenica 12 aprile 2015

Cestini di verdure con crema pasticcera salata di Luca Montersino

Per l'ultima delle mie cene ho proposto una ricetta salata di Luca Montersino, leggermente semplificata.



Ingredienti:
pasta frolla salata

  • farina 00 gr. 550
  • burro gr. 300
  • uova tuorlo gr. 60
  • uova intere gr. 250
  • sale gr. 10
  • formaggio grana parmigiano gr. 50
  • lievito chimico gr. 5


Prendere il burro freddo di frigo e tagliarlo a tocchetti. Con l'aiuto dei polpastrelli sfregare il burro con la farina, a cui avrete setacciato il lievito, ed il sale fino ad ottenere uno "sfarinato". In pratica la farina deve incorporare tutto il burro diventando di una consistenza più grossa a questo aggiungete  il parmigiano e le uova leggermente sbattute. Impastate velocemente sulla spianatoia, avvolgere la pasta nella pellicola per alimenti e farla raffreddare per 5-6 ore in frigo prima dell'utilizzo.
Prendete degli stampini (ho usato degli stampini da tartellette) e rivestiteli  con la pasta frolla salata e metteteli frigo. Cuocete i cestini di frolla salata con dei legumi secchi per 7/8 minuti ad una temperatura di 190°, rimuovete i legumi secchi e cuocete per altri due minuti.




Crema pasticcera salata di Montersino

500 ml latte intero
125 gr panna
22 gr amido di mais
150 gr tuorlo
125 gr parmigiano
50 gr burro
3 gr sale
noce moscata q.b.

Portate a bollore il latte; nel frattempo miscelate gli amidi con il Parmigiano, il sale e la noce moscata e uniteli alla panna fredda; non appena il latte bolle, versate il composto di amidi e mescolate con la frusta per qualche minuto sul fuoco. Una volta che la crema si sia addensata, aggiungete i tuorli e mescolate energicamente ancora per un minuto. Togliete dal fuoco e unite il burro.
Stendete la crema in una teglia, copritela con pellicola trasparente a contatto con la crema stessa e riponete in frigorifero. Si mantiene per 3-4 giorni
.

  • per le verdure
  • a piacere verdure fresche
  • olio d'oliva extra vergine
  • sale e pepe gr. Qb.
   Per le verdure: tagliate le verdure a pezzettini regolari, disporli su una teglia con carta da forno, ungerle con l'olio extra vergine d'oliva, e condite con sale e pepe. Infornare a 240° C per 7/8 minuti.
Farcite le tartellette con la crema pasticcera quindi guarnire a piacere con le verdure cotte al forno.