lunedì 30 settembre 2013

Finite le vacanze .....Pastéis de Belem

Belem, famoso quartiere di Lisbona, immancabile tappa di un viaggio nella capitale portoghese.
Le immagini della bianca torre di Belem che domina il blu dell’oceano sono  prese spesso ad emblema dell’intera città.
E a Belem è imperdibile anche un salto alla Antigua Confeitaria (Rua Belém 84-92, 1300-085 Lisboa) per gustare uno dei dolci tipici della cucina locale i pasteis de Belem, chiamati in Portogallo pasteis de nata.

Ricetta antichissima del monastero, risalente al XVI secolo, questi dolcetti vanno benissimo a colazione, dopo pranzo, a merenda e in ogni momento “dolce” della giornata. E una volta assaggiato, uno non vi basterà!!!

La ricetta è segreta (si dice), ma ho provato ugualmente a svelarla…






Ingredienti  250 ml di latte intero 
60 ml di panna fresca
4 tuorli d'uovo
1 albume
2 cucchiai di farina 
alcune striscioline della scorza di un limone non trattato
1/2 bacca di vaniglia bourbon privata dei semi
1 stecca di cannella
cannella in polvere
150 gr di zucchero semolato
50 ml d'acqua naturale
250 gr di pasta sfoglia
zucchero a velo e cannella in polvere q.b. 


 Procedimento

Prendete una ciotola di vetro e con una frusta da pasticcere sbattete il latte, la panna,i tuorli e l'albume in precedenza sbattuti, aggiungete le striscioline del limone, la bacca di vaniglia e la stecca di cannella.

Fate scaldare in un pentolino i 50 ml di acqua con 150 gr di zucchero semolato basteranno 5/6 minuti a fuoco moderato.
A questo diluite lo zucchero liquido nel composto in precedenza preparato e ponete il tutto in una bastardella e cuocete a bagnomaria e mescolate di continuo fino a far addensare la crema.
Fate raffreddare la crema in un bagnomaria ghiacciato (una ciotola con acqua e ghiaccio).
Prendete un multi stampo da muffin e foderate gli stampini di pasta sfoglia, mettete per 4- 5 minuti in freezer per far rassodare le formine di sfoglia.
Successivamete riempiteli con la crema così ottenuta e cuoceteli nel forno preriscaldato a 200° per 15 minuti.
Sformate spolverizzate con zucchero a velo e cannella......e mangiateli tutti!!!!! non sarà difficile ve lo assicuro.

10 commenti:

  1. Anche io sono stata a Lisbona e li ho assaggiati ....che buoni .....grazie chef ci dai queste chicche

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Michela Lisbona è una città incredibile in cui ho trovato que dolcetti meravigliosi. ciao cara

      Elimina
  2. Deliziose!
    Ho avuto la fortuna di mangiarle a Belem e me ne sono innamorata!
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  3. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  4. Conosco le pasteis buonissime.
    Bacione Joanna

    RispondiElimina
  5. ma le foto le fai tu?????che bravo

    RispondiElimina
  6. buonissime le ho mangiate a Lisbona, grazie della ricetta, le proverò a rifare.

    RispondiElimina