mercoledì 2 ottobre 2013

Gnocchetti alle erbe con le noci

Eccoci in autunno??? no è troppo presto ? ma io amo gli gnocchi beccatevi questa mia ricettina e provateli.




 Ingredienti 
500 gr di patate farinose
1 uovo
150 gr di farina
noce moscata q.b.
un mazzetto di tarassaco
mazzetto di rucola
ciuffo di prezzemolo 30 gr di gerigli di noci
uno scalogno
sale e pepe q.b.
burro per mantecare gli gnocchi
grana grattugiato q.b.




Procedimento

La prima cosa da fare è preparare le patate: lavatele e, senza sbucciarle, mettetele in una pentola con dell'acqua salata e lasciatele bollire (per la preparazione degli gnocchi di patate vi consiglio di utilizzare delle patate farinose ). Ancora calde, sbucciatele, schiacciatele e mettetele su un piano di lavoro ben infarinato.
Successivamente sciacquate le erbe sotto l'acqua corrente e scottatele per 2 minuti in acqua salata e tritatele molto finemente.
Aggiungete alle patate, un pizzico di sale, la farina e le erbe tritate e impastate il tutto fino ad ottenere un composto compatto ma allo stesso tempo soffice. A questo punto aggiungete un uovo e continuate ad impastare fino ad ottenere un impasto compatto. 
Quindi, dividete l'impasto in piccoli filoncini dello spessore di 2 cm e iniziate a tagliare i vostri gnocchi rigateli con l'apposito strumento o con i rebbi di una forchetta riponendoli su un vassoio infarinato.
Portate a ebollizione in una casseruola abbondante acqua salata, immergete gli gnocchetti e cuocete finchè saliranno in superficie. Scolateli con la schiumarola, metteteli in una terrina e conditeli con il burro fuso aromatizzato allo scalogno, unite le noci tritate ed ultimate con il grana grattugiato.










8 commenti:

  1. buonissimi: autunno , inverno..gli gnocchi son da mangiare sempre!

    RispondiElimina
  2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  3. che meraviglia chef

    RispondiElimina
  4. Maria Caterina4 ottobre 2013 07:47

    Ma che bel piatto ho tanta voglia di farlo

    RispondiElimina
  5. Questi sono da fare, anche se non ti leggo e sento più, buon proseguimento di anno.

    RispondiElimina