venerdì 22 giugno 2012

Tartare di branzino, pesce spada e gamberi ai pomodori secchi

Buono, fresco, estivo, saporito, ma leggero, accattivante! Tutto bene, il pesce sembra essere l’alimento principe delle diete estive, per il benessere e la salute. Eh si, però…anche il pesce ha le sue insidie, se consumato crudo.

Il pericolo più grave si chiama Anisakis Simplex, che è un batterio nematode normalmente presente come parassita intestinale in molti pesci e trasmissibile all’uomo. Per evitare il contagio è necessario o cuocere il pesce (e allora si è salvi) o uccidere il pericoloso parassita surgelandolo ad una temperatura bassissima. Per eliminarlo dunque o si usa l’abbattitore di temperatura, uno strumento impiegato per congelare a – 40 °C molto rapidamente (i ristoranti devono averlo) oppure sideve lasciare il pesce per almeno 4 o 5 gg nel congelatore a -18°.
L’olio o l’aceto della salamoia non hanno alcun effetto sull’Anasakis. Attenzione, verificate sempre che il pesce crudo sia stato trattato in uno di questi due modi.
Dopodichè, godetevi questa tartare di branzino, spada e gamberi con i pomodori secchi.




Ingredienti:
200 gr di polpa di branzino

200 gr di pesce spada
3 gamberi rossi di Gallipoli o Mazzara
6 pomodori secchi
Tabasco
Lime

Olio extra vergine leccese
Wasabi per decorare
Sale e pepe




Procedimento
Questa ricettina è da preparare qualche momento prima di servirla, battete su un tagliere con un coltello molto affilato il branzino, pesce spada pomodori secchi e gamberi, condite con il tabasco, lime, olio e una macinata fresca di pepe nero. Mescolate bene gli ingredienti e con l'aiuto di un coppasta porzionate il pesce e decorate come nella foto.

13 commenti:

  1. Hai superato te stesso!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Detto da te è un gran complimento!!!!

      Elimina
  2. Ciao Chef sei tornato al salato???? Bravo Baci Carla

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Veramente non sono mai andato via :))

      Elimina
  3. Anche io adoro il pesce crudo mio marito vuole comprare l'abbattitore. Bella la tua tartare. Ciao marysol

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io ne ho programmato l'acquisto

      Elimina
  4. Connubio fantastico bravo ciao

    RispondiElimina
  5. Delizioso l'uso del tabasco e lime, ricetta semplice ma di grande effetto. Baci Alina

    RispondiElimina
  6. Delizioso l'uso del tabasco e lime, ricetta semplice ma di grande effetto. Baci Alina

    RispondiElimina
  7. Ciao Francesco, dolce o salato qui è sempre poesia per gli occhi e per il palato (la rima è puramente casuale ;-) ). Buona notte

    RispondiElimina
  8. gustosissima ricetta, da provare sicuramente. L'Anisakis non è sicuro che ci sia sempre, solo se il pesce ne è stato contaminato, comunque è simile ad un verme biancastro e si vede benissimo, purtroppo, anche ad occhio nudo!! Un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina