lunedì 24 ottobre 2011

Dolcetti di pasta di mandorle o paste secche leccesi

Questa è una ricetta molto facile da realizzare che mi suscita tanti ricordi …Penso a quando queste dolcetti, che nel Salento si chiamano “paste secche”, li realizzava mio nonno nella sua pasticceria, me li ricordo con la loro crosticina leggera e croccante e un interno morbido di mandorle, che mi evoca un insieme di cose buone, autentiche e di dolci profumi dell’infanzia. Una ricetta semplice, dicevo, con ingredienti semplici: sono mandorle, zucchero e albumi. Le paste secche sono dunque adatte anche ai celiaci. Ottimi da servire col tè o a fine pranzo, col caffè.


Ingredienti:
Pasta di mandorle:
130 gr di farina di mandorle
20 gr di farina di mandorle amare
100 gr di zucchero macinato finemente
70 gr di albumi d’uovo
2 gocce di olio essenziale di mandorle amare

Decorazione
Ciliegie candite
mandorle a lamelle
arancia candita



Mescolate le due farine di mandorle con lo zucchero macinato finemente, aggiungete agli albumi due o tre gocce di olio essenziale di mandorle amare, sbatteteli leggermente con una forchetta ed amalgamateli bene al composto di mandorle e zucchero. Mescolate molto bene il composto, riempite un sac à poche con la bocchetta rigata e in una teglia ricoperta di carta forno formate i vostri dolcetti con forme varie, infine decoratele con la frutta candita e mandorle. Fatele riposare almeno una decina di ore prima di infornarli (la pasta deve seccare) e cuoceteli in forno a 160° per una decina di minuti, secondo il vostro forno. Appena si creerà la crosticina dorata, tiratele fuori dal forno e attendete almeno mezz’ora prima di spostarle dalla teglia di cottura.



11 commenti:

  1. che buoni che devono essere....pensare che me li sarei potuti mangiare tutti :D
    ciao Avvchef

    :) Ragazzina

    RispondiElimina
  2. Ma sono bellissimi!!!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  3. Bravissimo come sempre chef ti ruberò subito la ricetta, complimenti.ciao Andrea

    RispondiElimina
  4. sono stupende: ma le mandorle amare dove si trovano?

    RispondiElimina
  5. quasiquasi ti invito per un te... NYce

    RispondiElimina
  6. questi sono i biscottini che piu' di ogni altro mi fanno impazzire!!!!
    Ho gia' messo la ricetta nella casella di cose da fare assolutamente!
    Un abbraccio
    Paola

    RispondiElimina
  7. Francesco li penso molto buoni
    perfetti ciao

    RispondiElimina
  8. ciao, sono capitata per caso nel tuo blog, complimenti bellissimi lavori, ti seguo!

    RispondiElimina
  9. Complimenti Francesco, cercavo dei biscottini alle mandorle da fare per domani e ho trovato i tuoi e il tuo blog. Ti seguo molto volentieri.
    Manoela

    RispondiElimina
  10. Volendo, in alternativa, si può utilizzare anche la pasta di mandorla a panetti, già zuccherata e discretamente aromatizzata: al sud viene generalmente usata per preparare il latte di mandorla (bevanda estiva) o la granita alle mandorle, ma anche per i biscottini di mandorla il risultato è garantito!!

    RispondiElimina