martedì 3 maggio 2011

Crescia marchigiana di Pasqua

 La crescia marchigiana di Pasqua è un panettone salato tipico delle Marche. L’'ho realizzato per il Lunedì dell'Angelo e devo dire che è stato molto apprezzato dai miei amici vicentini.

Ingredienti
500 gr di farina
12 gr di lievito di birra
1/2 bicchiere d'acqua
1 cucchiaino di malto d'orzo
100 gr di pecorino romano
100 gr di provolone piccante
40 gr di strutto
20 gr di olio evo
2 uova ed un tuorlo
3 gr di pepe nero
1 cucchiaino di sale
Sciogliete il lievito di birra con il malto d'orzo e mezzo bicchiere di acqua tiepida, quindi amalgamate con 100 gr di farina e mescolate fino ad ottenere un panetto. Coprite e lasciate lievitare per almeno un’ora. Nel frattempo sbattete le uova e aggiungete: pepe, provolone piccante e pecorino romano grattugiati, facendo amalgamare i sapori. Dopo la lievitazione, fate una fontana con la farina rimasta e mettete al centro il lievitino, mezzo bicchiere d'acqua tiepida, le uova con i formaggi grattugiati, l'olio evo e lo strutto morbido. Impastate finchè l'impasto non si staccherà dalle mani e dalla spianatoia. Mettete l’impasto dentro un piccolo stampo di carta da panettone (della capacità di 7 dl) e fatelo lievitare per almeno 4/5 ore. Cuocete nel forno ad una temperatura di 180° per 40 minuti.

13 commenti:

  1. Ecco la crescia di Pasqua è una di quelle preparazioni che non ho mai fatto e la tua sembra fantastica! Ciao ciao

    RispondiElimina
  2. Stupenda e chissà che bontà!
    Ciao carissmo... tutto ok?
    Come sempre una foto magnifica : )

    RispondiElimina
  3. Chissà che profumo. bravissimo ciao Marika

    RispondiElimina
  4. Io sono marchigiana...Noi la chiamiamo pizza la formaggio ed è originaria proprio di Jesi, la mia città! Io l'ho fatta l'anno scorso....E' buonissima! Un consiglio: è ancora più buona se in mezzo all'impasto infili dei bastoncini di pecorino fresco o di emmenthal....

    RispondiElimina
  5. Se vuoi dare un'occhiata a quella che faccio io guarda qui:
    http://trattoriadamartina.blogspot.com/2010/09/la-pizza-al-formaggio-di-jesi.html

    RispondiElimina
  6. Grazie Martina ma seguendo assiduamente il tuo blog avevo visto già la tua ricettae mi piace molto :). La mia versione è il risultato di una serie di prove che ho effettuato. Questa mi convince di più

    RispondiElimina
  7. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  8. Che fame ....è lunga questa ricetta??? bravissimo Carla

    RispondiElimina
  9. Bella ricetta complimenti. Un abbraccio. Andrea

    RispondiElimina
  10. Irresistibile, con 4 nonni marchigiani era la pasqua della mia infanzia..adesso peró devo adattarla gluten free..sará dura...

    RispondiElimina
  11. Ma che bella ricetta Chef!!! Adoro i panettoni salati al formaggio, il tuo blog è sempre per me un appuntamento fisso.Ciao Marida

    RispondiElimina
  12. La conosco benissimo!! Ma non ho mai avuto il coraggio di farla io.. bellissima la tua! Un abbraccio e buona serata

    RispondiElimina
  13. ho avuto la fortuna di assaggiarla nei miei giri.e' buonisisma e la tua sembra perfetta!

    RispondiElimina